Mobile Suit Gundam: il complotto per uccidere Gihren

Gundam Gihren

Autore: Ark Performance

Genere: Seinen

Editore: Gp Manga

Prezzo: 6,90 €

Quando ho preso in mano questo albo, ho esclamato “ancora Gundam!”.

Mi sono posto la domanda, “ma cosa hanno ancora da raccontare. Magari quanti bagni hanno sulla Base Bianca!”.

Ed invece, devo ricredermi. Questa storia è immediatamente avvincente, è un fanta-poliziesco. Il detective del dipartimento di pubblica sicurezza nazionale del Principato di Zeon, Leopold Fieseler, deve indagare, su alcuni attentati terroristici a danno di funzionari di Zeon.

Dietro a tutto questo c’è un organizzazione segreta, a cui capo c’è un personaggio avvolto dal mistero e anonimato, che si fa chiamare in codice: Reginleif, il quale ordisce all’assassinio del Comando Supremo Gihren.

La storia è un susseguirsi di colpi di scena e leggendo attentamente, ci si accorge che nel complotto per uccidere il dittatore, vi sono figure di importanti gerarchi che ruotano vicino alla figura di Gihren.

Vi sono segreti che non devono essere divulgati, giochi di potere, verità modificate e personaggi insospettabili doppio giochisti…. sotto certi aspetti ricorda l’attentato ordito a Hitler nel Luglio del 1944.

La peculiarità di questo manga è che gli eventi vengono raccontati come fosse un documentario, quindi vengono analizzate verità scomparse accadute nel anno 0079 dell’Era Spaziale.

 

 

Fabio Jubei Valerio

Contributo fornito dalla redazione di Mondo Japan

http://www.mondojapan.net

Annunci

Ad Astra

AdAstra1

Autore:  Mihachi Kagano

Genere: Seinen

Prezzo: 4,90€

Editore: Star Comics

Ambientato nella Sicilia ai tempi della conflitto tra Roma e Cartagine, la storia si apre con la vittoria dell’esercito romano sull’esercito cartaginese guidato da Amilcare. Alla sconfitta segue una forte umiliazione da parte dei romani verso Cartagine, un’umiliazione che non passa inosservata agli occhi del piccolo Annibale, che assiste agli eventi e, indispettito, arriva addirittura a sfidare gli spocchiosi romani.

Un fleshback sul passato di Annibale, sull’origine del suo nome e sul mistero che si nasconde in questo cartaginese promettente….

Appena raggiunta l’età dei 27 anni Annibale decide di riportare Cartagine al suo vecchio splendore, arruolandosi e marciando verso i poderi romani.

Dopo una serie di sconfitte anche Roma tirerà fuori, ancora a sua insaputa, un astro nascente della strategia di guerra: Scipione.

Rivisitazione della storia romana, con aggiunte mistiche, che danno quel tocco di sovrannaturale agli eventi storici, comunque ben ricostruiti.

Maoyu. Il re dei demoni e l’eroe

Maoyu

Autore:  Akira Ishida (disegni), Mamare Touno (sceneggiatura)

Genere: Shonen

Prezzo: 4.5€

Editore: Planet Manga

 

A prima vista e leggendo le prime pagine di questo manga, potremmo considerarlo la solita storia fantasy. In realtà, questo prodotto va oltre le prime apparenze.

L’eroe è un ragazzo che vuole uccidere il Re dei demoni, una donna che risulta, oltre ad avere un incredibile sensualità, anche grandi capacità di analisi economiche. I Regni umani e quelli demoniaci sono in un conflitto perenne, dal quale però, alcuni Regni degli umani hanno un enorme vivacità di consumi ed economici. Per affrontare i demoni, gli umani si sono uniti, quindi tra i vari regni si sono scambiati conoscenze tecnologiche, mediche e scientifiche. In pratica questo conflitto è diventato indispensabile per la società umana.

La regina demone propone all’eroe di andare ad osservare cosa avviene nelle varie terre, per cercare un compromesso con tutti.

Il viaggio comincia…..

Il manga disegnato da Akira Ishida è tratto da una serie light novel scritta da Mamare Touno, in cui i riferimenti a conoscenze tecnologiche e scientifiche sono molto curate da permettere al lettore di assimilarle.

Più si ci addentriamo nella storia e più il nostro interesse verso questi personaggi aumenta, i combattimenti in realtà vengono sostituiti da nozioni economiche, ovvero la Regina demoniaca affronta situazioni delicate al posto che con la forza con una grande attitudine nel dialogare nel commercio.

Possiamo affermare di avere tra le mani un manga completamente diverso, dai soliti fantasy che eravamo abituati. L’influenza degli RPG si nota ma soltanto per dare le basi alla storia inizialmente.

 

Fabio Jubei Valerio

Contributo fornito dalla redazione di Mondo Japan

http://www.mondojapan.net

Gotham Central

 gotham centralAutore:  Michael Lark (disegnatore), Ed Brubaker (sceneggiatore)

Genere: Noir

Prezzo: 2.95€

Editore: Lion

I supereroi, che siano della Marvel o della Dc, in questi ultimi anni hanno riscosso un notevole successo tra il pubblico di ogni età.

I vari autori e produttori, scavano nel passato degli eroi e sviluppano nuovi scenari, tra i quali le località in cui si svolgono gli avvenimenti e di coloro che ruotano intorno a questi avvenimenti e scontri tra supereroi e i vari pazzi con i superpoteri.

Gotham Central è un fumetto disegnato da Michael Lark e sceneggiato da Ed Brubaker, in cui le vicende si svolgono nella città di Batman ma in realtà i veri protagonisti sono i vari poliziotti della centrale di polizia di Ghotam, i quali devono fare fronte ai vari criminali pazzi come Freeze.

La storia molto cruda, non lascia spazio a facile ideologie di pace e del combattere i cattivi per far trionfare il bene. Siamo di fronte a un modo di concepire, coloro che possiedono dei poteri o che comunque sono sempre stati considerati dei beniamini, in mani che non tera totalmente differente, anche tra coloro che lottano per una società migliore.

Gli stessi criminali mascherati, perdono quell’aurea di megalomani conquistatori del mondo, sono delinquenti e basta. Una filosofia molto lontana, rispetto a come erano stati creati nei comics.

Lo stile del fumetto ricorda molto quello noir italiano degli anni 70, anche il modo di evolversi degli avvenimenti, risulta molto lento, l’azione si delinea in poche tavole e il punto principale sono i vari dialoghi tra i vari personaggi, eccessivi e con una struttura espressiva altamente pesante.

Fabio Jubei Valerio

Contributo fornito dalla redazione di Mondo Japan

http://www.mondojapan.net