La fortezza dell’apocalisse

FortezzApocalisse

Autori: Yu Kurashi, Kazu Inabe

Editore: Planet Manga

Prezzo: 4,20 €

Genere: Horror

Yoshiaki Maeda, un normale sedicenne, viene accusato di omicidio e rinchiuso nel riformatorio giovanile Shoran, ma non sa ancora che per lui e per i suoi nuovi compagni, i guai sono appena all’inizio.

Mentre Yoshiaki sperimenta i primi giorni di vita all’interno di quello che è un carcere a tutti gli effetti, il mondo esterno viene sconvolto da un virus che trasforma le persone in zombie, e come nelle più classiche saghe della serie, l’epidemia si espanderà velocemente dato che il contagio avviene per morso. Così, in breve tempo, la città vicina all’istituto cade in preda al caos. Ma poco dopo i problemi penetrano anche nel riformatorio…

Come se la caveranno Yoshiaki e i suoi compagni di cella? e chi, o cos’è quell’essere che appare come fosse seduto su un trono, in cima ad una pila di cadaveri, in mezzo alla città?

Annunci

Hyouka

Hyouka1

Autore: Honobu Yonezawa, Taskohna

Editore: J-Pop

Genere: Shonen

Prezzo: 5,90 €

Quando la semplicità rende una storia interessante è il caso del manga “Hyouka” di Honobu Yonezawa.

Lo studente liceale Hotaro, che non ha nessun interesse tanto che il suo motto è: ” se posso non fare una cosa non la faccio. Se devo farla, allora sarà meglio farla in fretta.” E’ costretto ad entrare al club di letteratura classica, perché sua sorella maggiore ne faceva parte e soprattutto non avendo più iscritti, potrebbe essere cancellato, questo turberebbe la sorella.

Il ragazzo, convinto di non trovare nessuno nel club, rimane sorpreso quando invece ne fa parte una ragazza dai capelli lunghi e neri e dagli occhi grandi: la studentessa Chitanda Eru. La sua curiosità la porterà a coinvolgere Hotaro e il suo amico Satoshi Fukube a risolvere dei misteri presso il loro Liceo Kamiyama.

Il manga è di facile lettura, veloce e coinvolgente, soprattutto per quel carattere distaccato, pigro, superficiale di Hotaro. Il rapporto che nasce e che matura durante le varie vicende, tra Hotaro e Eru, ricorda un po’ quello tra Holmes e Watson, in cui il ragazzo, senza tanto entusiasmo ma con grande deduzione e osservazione, risolve i casi.

Non ci troviamo nella serie di  “Detective Conan” e neppure nel genere di misteri occulti, anche se la  situazioni all’apparenza risultano misteriose e tetre, invece hanno risvolti “banali”. La capacità dell’autore è nel riuscire a realizzare la trama e catalizzare l’attenzione del lettore, su un avvenimento dal finale “tutto qui!” che però crea una certa suspense durante lo svolgimento delle indagini.

 

Fabio Jubei Valerio

Contributo fornito dalla redazione di Mondo Japan

http://www.mondojapan.net